persone.
leadership - “fare il leader”


1) IL CONTESTO:

C’è tema più invocato ed evocato, oggi, della Leadership?
Innumerevoli sono gli approcci a questo tema, eppure spesso sembra che manchi qualcosa per arrivare alla sua vera essenza. Progetto Valore ritiene che una delle migliori visuali al riguardo sia quella fornita dal Modello Management by Magic (MbM): questo è così diventato il riferimento teorico e applicativo di Progetto Valore relativamente alla Leadership. Da questa visuale è derivato un Modello esclusivo di formazione e consulenza sulla Leadership, che si caratterizza per profondità ed efficacia, un Modello che consente ai beneficiari di entrare in contatto e assorbire la valenza dell’autentico motore della Leadership.

Quali sono i punti di forza di questo Modello? Quali ostacoli alla profonda comprensione e sviluppo della Leadership esso consente di rimuovere e superare?
E’ presto detto: il Modello MbM per la leadership (“Leadership by Magic” [per saperne di più visiona il sito di Management By Magic - livello3]) è uno dei pochi che  tiene conto, efficacemente, delle due ‘anime’ della Leadership, ‘anime’ invece spesso non considerate, o confuse, da molti altri Modelli:

  Dimensione: Essere Leader (è la sfera della creatività e del problem setting, del pensiero divergente)

  Dimensione: Fare il Leader

Fare confusione a questi due livelli può avere effetti negativi decisivi.
In effetti spesso, questi due termini, riferiti alla Leadership (“essere” e “fare”), sono usati come sinonimi, indifferentemente. In realtà, attengono a due distinte sfere della Leadership, cui dare il giusto peso. E’ ciò che efficacemente fa la “Leadership by Magic” .
Per la Dimensione “Essere Leader” (e le sue differenze con la Dimensione “Fare il Leader”) vi invitiamo a visionare la pagina Leadership - Dimensione “Essere Leader” , all’interno dell’Area “Innovazione e Strategie” di Progetto Valore.


2) DIMENSIONE “FARE IL LEADER”:

  “La sfida più significativa che si porrà ai leader nel XXI secolo riguarderà la ricerca di soluzioni per liberare il potere intellettuale delle loro organizzazioni” (W. Bennis)
 
“Cosa fare per motivare i nostri collaboratori? Cominciate intanto con il non demotivarli!” (Dr. Deming)
 
Intervistatore: "Dr. Deming, non pensa che una piccola dose di ansia o paura
potrebbe essere utile nella gestione delle persone?"
Deming: “Se il management sente il bisogno dell’arma dell’ansia o della paura,
questa è una chiara ammissione del suo fallimento”.


In questa Dimensione (“Fare il Leader”), Progetto Valore guida le persone nello sviluppo e potenziamento di specifiche qualità ed attitudini della Leadership:

- fare squadra
- saper motivare
- creare il clima e l’ambiente giusti
- sviluppare adeguati processi problem solving tra i propri collaboratori
- orientare l’azione di tutti verso una visione ed una missione comuni
- gestire e risolvere i conflitti (“farli evaporare”)
- instaurare un clima favorevole al cambiamento
- valorizzare ed orientare alla corretta “followership”
- far sposare gli obiettivi individuali con quelli dell’Organizzazione in cui si lavora
- ecc.

E’ il possesso di queste qualità che permetterà al Leader di valorizzare al massimo la Dimensione “Essere Leader”, ossia consentirà di tradurre in azione e risultati le intuizioni, le folgorazioni, le visioni colte dal Leader.
E’ dalla fusione delle due Dimensioni che nasce Leadership by Magic
[per saperne di più, visiona il sito di Management By Magic - livello3].

Progetto Valore ha strutturato una proposta formativa e consulenziale specifica per la Dimensione “Fare il Leader”, di assoluto livello, costituita da (secondo le necessità):

- seminari
- corsi specifici
- formazione esperenziale
- coaching
- progetti di crescita specifici

A supporto di questa proposta, impieghiamo metodologie, tecniche e strumenti di comprovata validità, inclusi i Thinking Processes Tools, potentissimi strumenti per risolvere i conflitti (farli “evaporare” senza necessità di ricorrere a compromessi – che finiscono per scontentare in realtà tutti – ma pervenendo a soluzioni ‘win-win’), gestire i rapporti tra le persone e con le persone e individuare soluzioni ad alto potenziale.
Il set di tali strumenti (Thinking Processes Tools) è così composto:  

1) EVAPORATING CLOUD (EC – Nuvola del Conflitto): serve per risolvere i conflitti (tra persone, tra scelte alternative, ecc.) con soluzioni win-win e non – come spesso accade – con compromessi che, alla fine, lasciano tutti scontenti

2) CURRENT REALITY TREE (CRT – Albero della realtà corrente): serve per fotografare chiaramente la situazione iniziale, mostrandone tutte le sfaccettature e le interdipendenze tra i vari elementi

3) FUTURE REALITY TREE (FRT – Albero della realtà futura): serve, partendo dall’Albero della Realtà Corrente, a delineare chiaramente, mostrando tutte le interrelazioni e di fattori, la strategia futura da perseguire

4) NEGATIVE BRANCH (NBR – Rami negativi): serve a sollevare e risolvere tutte le implicazioni negative della soluzione prospettata con il FRT

5) PREREQUISITE TREE (PRT- Albero dei prerequisiti): serve a costruire la mappa degli obiettivi intermendi da raggiungere in vista dell’obiettivo ultimo definito con il FRT (“realtà futura”), rimuovendo tutti gli Ostacoli alla sua implementazione

6) TRANSITION TREE (TT: Albero della transizione): E’ l’Albero del ‘come’: serve a mostrare nel dettaglio la logica del come spostarsi dal presente (CRT) al futuro desiderato (FRT).

Si tratta di strumenti molto pratici, visivi e in grado di coinvolgere gli interessati in un interessante lavoro sia di squadra sia individuale.
Su questo argomento, Qualità X Competere vanta competenze e conoscenze praticamente uniche e propone, oltre a mirati interventi consulenziali, anche specifici Corsi: si veda ad esempio il Corso “Cervino” nella pagina “Formazione

Non esitate a contattarci per conoscere meglio cosa possiamo fare per Voi!




copyright 2011© Qualità x Competere s.n.c. - communication design: www.thotperugia.com - web developer: www.ictstudio.it